Ierone

News

TEATRO | La perla greca di Taormina, il Teatro Antico

Il Teatro Antico di Taormina è il secondo teatro antico per dimensioni in Sicilia, dopo quello di Siracusa. 

Fu probabilmente edificato intorno al III secolo a.C., durante il governo di Ierone II, tiranno di Siracusa: ciò è testimoniato dall’incisione su alcuni gradini del nome di sua moglie, Filistide. Tutta la struttura fu successivamente ristrutturata e ampliata in epoca romana, più precisamente in età imperiale: infatti, nel II secolo d.C. furono aggiunte colonne, statue e le coperture.

La struttura del Teatro Antico

In origine il teatro era composto solo da una piccola struttura centrale, per poi raggiungere i 109 metri di diametro massimo; fu anche costruito lo spazio per l’orchestra del diametro di 35 metri. La cavea aveva una capienza di 10.000 spettatori (oggi 4.500) ed è divisa in 9 settori. Alla sommità delle gradinate è presente un doppio portico, sul muro del quale si aprono 36 nicchie, che probabilmente in passato avevano accolto alcune statue. In epoca tardo-antica venne costruito il portico dietro la scena con le tre grandi aperture, delimitate da alcune nicchie e colonne, riportate in situ nel XIX secolo dall’architetto Cavallari. 

Gli spettacoli greci e le venationes romane

Durante l’età tardo-imperiale, il teatro, nato per ospitare rappresentazioni di tragedie e commedie, fu destinato all’esibizione delle venationes. Si trattava di spettacoli di lotta tra gladiatori e animali feroci: l’arena prese il posto occupato dall’orchestra e le gradinate inferiori furono sostituite con un corridoio scenico a volta, che conduceva ad un ipogeo al centro dello spiazzo. Da qui venivano introdotti i gladiatori e venivano installate le macchine sceniche per gli effetti speciali durante il combattimento. 

Il Teatro Antico oggi

La conformazione del Teatro Antico di Taormina si presta a numerose destinazioni. A partire dagli anni ’50 ha ospitato varie forme di spettacolo, da quelle teatrali ai concerti, dalle cerimonie di premiazione (come quella del David di Donatello) all’opera lirica e al balletto. La sua stagione, essendo un teatro all’aperto, è principalmente estiva. Ha ospitato i concerti di molti artisti contemporanei come Elton John, Mika, i Duran Duran, Sting e Renato Zero, per citarne alcuni.

Teatro Antico Taormina
Concerto al Teatro Antico

Merita una menzione il “Taormina Film Fest“, festival internazionale di cinematografia che richiama vip da tutto il mondo.

Una curiosità: nel 2017 fu sede della sfilata del G7, l’organizzazione economica intergovernativa internazionale, composta dalle sette maggiori potenze economiche mondiali.

I punti di forza

Perché il Teatro Antico di Taormina è il più conosciuto al mondo e il più ammirato?

Etna
 Etna in eruzione

Lo si può definire una perla incastonata in uno scenario mozzafiato: dietro la scena la natura crea un fondale spettacolare con il suoi colori; l’azzurro del mare si incontra con il massiccio dell’Etna, che non di rado regala scenari suggestivi con i suoi rivoli di lava; dall’altro lato si può scorgere Giardini Naxos, che d’estate si anima di luci e colori. Visitarlo durante la bella stagione, al tramonto, è un’esperienza che vale la pena di essere vissuta.