associazione nazionale archeologi

News

NEWS | L’Associazione Nazionale Archeologi (ANA), presenta il VI Congresso Nazionale

L’Associazione Nazionale Archeologi si prepara a riunirsi nel VI Congresso Nazionale che si svolgerà a Roma il 28 maggio 2022, nella prestigiosa sede dell’ Auditorium del Museo dell’Ara Pacis, dalle ore 9 alle ore 19. Saranno presenti oltre cento delegati regionali in rappresentanza degli archeologi italiani, per delineare le linee programmatiche del prossimo triennio ed eleggere il Presidente Nazionale e tutte le cariche associative.

Uno sguardo al futuro

Il Congresso si articolerà intorno all’esame dell’accelerazione dell’evoluzione della professione di archeologo in Italia conseguente ai cambiamenti nella società e alle nuove introduzioni normative. Siamo in un momento storico particolarmente febbrile dal punto di vista lavorativo per gli archeologi italiani – dichiara Oriana Cerbone, Vicepresidente Nazionale, che prosegue – Si aprono nuovi e molteplici orizzonti professionali per gli archeologi, alla luce delle competenze e delle attività che il DM 244/2019 riconosce come specifiche dell’archeologo. Le future sfide lavorative  si giocheranno molto sulla formazione, sulle conoscenze e l’aggiornamento professionale. Ma sarà sempre un bene tenere desta l’attenzione affinché vengano riconosciuti e rispettati i campi di azione del professionista archeologo e che egli operi sempre in condizioni tali da rispettare la deontologia professionale, l’equità economica dei compensi e la tutela, sia la propria che del Patrimonio Culturale.

Programma VI Congresso Nazionale

 

Cos’è l’Associazione Nazionale Archeologi

La professione dell’archeologo è una professione innegabilmente giovane, essendo ufficialmente stata riconosciuta con fondamento legale solo nel 2014 – dichiara il Presidente Nazionale Alessandro Garrisi, che prosegue – L’ANA è l’associazione di categoria che negli ultimi diciassette anni ha rappresentato gli archeologi a prescindere dall’ambito nel quale svolgono la propria professione, è stata l’associazione in seno alla quale sono nati praticamente tutti i cambiamenti positivi per il settore professionale dell’archeologia, e nel prossimo congresso getterà le fondamenta per costruire e consolidare la nuova professione dell’archeologo al servizio della società, delle sue esigenze, e della comunità nella quale opera.

Locandina evento
News

NEWS | Occasioni imperdibili dalla Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici di Matera

La Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici di Matera, da sempre attiva concretamente nella ricerca e nell’approfondimento in campo archeologico, offre un’imperdibile occasione a studenti e non solo: un ciclo di seminari con la partecipazione di illustri studiosi di altre università per il mese di maggio 2021. Assolutamente da non perdere sia per gli allievi della SSBA che dell’UNIBAS che vogliono approfondire le principali problematiche della ricerca archeologica.

Ricordiamo che è aperto a tutti l’appuntamento giovedì 20 maggio alle ore 17.30 “Archeologia a Incoronata (Pisticci, MT). Contesti e materiali alla luce delle recenti scoperte”, a cura della professoressa Josipa Mandić e del professore Vita dell’Université di Rennes 2, rientrante nel ciclo di conferenze che la Scuola ha inaugurato a gennaio e che finirà a giugno: “L’eredità della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici di Matera nelle Università italiane e straniere”, chiaro omaggio agli ex allievi.

Infine, in collaborazione con l’ANA, seminari che vertono sulle problematiche del mondo del lavoro dal titolo “Teoria e pratica dell’archeologia professionale”. Prossimo appuntamento “Progettazione Archeologica e Paesaggistica” sabato 22 maggio alle ore 11:30 con la professoressa Giuseppina Manca di Mores.

Per partecipare inviare un’email a info.ssba@unibas.it. Di seguito la locandina per ulteriori informazioni. Non mancate!

specializzazione