News

NEWS | Le bellezze di Selinunte (TP) a rischio per inquinamento ambientale

Selinunte è a rischio per disastro ambientale a causa dell’inquinamento nel torrente Modione

A causa di un mal funzionamento del depuratore e di alcuni oleifici, il torrente Modione di Selinunte è molto inquinato. Questo evento, denunciato dall’associazione Mareamico di Agrigento, deve essere subito risolto con interventi di pulizia e di controllo sulle attività illecite di alcune aziende. Queste infatti gettano gli oli direttamente nell’acqua o nella vegetazione. Spesso, come dicono dei testimoni, si vedono circolare vere e proprie cisterne, che circolano indisturbate durante la notte.

A cercare una tempestiva soluzione si è attivata l’associazione Mareamico, con la piena collaborazione del Direttore del Parco archeologico. L’idea presentata e già dimostrata è quella dell’utilizzo di una spugna che assorba i materiali oleosi. La spugna è già stata brevettata. La presenza di materiale oleoso potrebbe provocare non solo un disastro ambientale, ma anche culturale; potrebbe essere un disastro non solo, dunque, per l’uomo, ma anche per la fauna e la flora che abitano il suddetto luogo di Maranella di Selinunte.

Mareamico chiede all’Amministrazione, così come alle forze l’ordine, di interrompere questo grave inquinamento del torrente Modione, e scongiura ulteriori danni al Sito archeologico e al mare antistante.

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *